CENTRO DONNA L.I.S.A.

Via Rosina Anselmi 41 00139 Roma 0687141661

info@centrodonnalisa.it

 
                 donne in rete contro la violenza.

vuoi ricevere notizie dal centro donna?


 
iscriviti cancellati

 

 

libera associazione di donne

HOME

chi siamo

come raggiungerci

violenza contro le donne

LEGALE E PRIMA ACCOGLIENZA

appuntamenti

foto

corsi

AUTOPRODUZIONI

COMUNICATI

PROGETTI

FORMAZIONE

Comunicato stampa

 

Senato USA: una decisione che cancella i diritti umani e le libertà fondamentali sulla pelle delle donne

 

 

ROMA, 23 ottobre 2003. “La legge approvata dal Senato americano martedì scorso, che cancella la possibilità di effettuare l’aborto tardivo nel caso estremo in cui la vita della donna incinta sia messa a repentaglio dalla gravidanza, si configura come un nuovo e violento attacco ai diritti umani e alla libertà di scelta delle donne, considerate alla stregua di “macchine per la procreazione”.

AIDOS, Associazione italiana donne per lo sviluppo, denuncia questo grave atto politico e chiede a tutte le parlamentari di schierarsi al fianco delle donne, condannano la decisione presa dal Senato degli Stati Uniti – un nuova mossa per eliminare definitivamente la legge sull’aborto del 1973 condannando le americane al trauma e ai pericoli degli aborti clandestini.

“Ancor più grave – sottolinea  l’Associazione che da venti anni si occupa di progetti di cooperazione nei paesi in via di sviluppo dedicati alla salute riproduttiva delle donne – è il modo in cui la notizia è stata riportata da molti quotidiani che hanno preferito soffermarsi sulla modalità in cui può avvenire l’aborto tardivo negli Usa, senza spiegare chiaramente come questo tipo di intervento, che fortunatamente solo una percentuale minima di donne è costretta a subire – lo 0,08 delle interruzioni volontarie di gravidanza effettuate negli Usa ogni anno – venga effettuato solo in casi estremi in cui altre procedure meno invasive non sono possibili, e solo per salvaguardare la vita della donna – che, sottolinea AIDOS, va comunque difesa e preservata prima di ogni altra cosa”.

“ In Italia l’interruzione volontaria della gravidanza è regolata da una legge frutto delle lotte e del lavoro politico di generazioni di donne. L’aborto terapeutico, come giustamente viene chiamato in Italia l’aborto eseguito tra la 12.a e la 21.s settimana di gravidanza nel caso di grave rischio per la madre o di malformazioni del feto spesso incompatibili con la vita, rappresenta una scelta difficile e dolorosissima per la donna.

Ma rappresenta una garanzia inderogabile al diritto alla vita e alla salute, garantito dalle Convenzioni sui diritti umani cui anche l’Italia aderisce, che non può né deve essere in alcun modo alienato o eroso.

Molte più risorse andrebbero investite in campagne di informazione, educazione alla sessualità e in pianificazione familiare, per far sì che sempre meno donne siano costrette a ricorrere a un’interruzione di gravidanza. AIDOS lavora per questo nel mondo”.

 

 

Ufficio stampa: Maria D’Amico, cell. 06 6873214/196 – cell. 338 8540988, tel. 06 6873214/196

materiali

legislazione

centri antiviolenza

 DONNE IN RETE CONTRO LA VIOLENZA

consultori a Roma

rassegna stampa

contraccezione e aborto

LINKS

 

site search by freefind advanced


 

Via Rosina Anselmi 41 00139 Roma 0687141661

Puoi sostenere le attività del Centro Donna L.I.S.A.  inviando un contributo a  Ass. Donne in Genere O.N.L.U.S. IBAN  IT97 H062 8003 2050 0000 3010 136 

Donne in Genere è una O.N.L.U.S.Ogni contributo in suo favore e' detraibile ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs 4/12/97 n. 460 O.N.L.U.S.